Barzelletta

Ce l’aveva raccontata il prof di matematica tempo fa e l’avevo trovata molto carina – e molto vera:

In un’auto ci sono cinque quattro ingegneri: un ingegnere meccanico, un ingegnere chimico, un ingegnere elettrico ed un ingegnere informatico. Ad un tratto l’auto si rompe.

"Secondo me il rumore è quello di pistoni grippati: dobbiamo smontare il motore per far ripartire la macchina" dice l’ingegnere meccanico.

"E’ la benzina sporca: dobbiamo ripulire tutto il sistema di alimentazione" dice l’ingegnere chimico.

"Potrebbe essere un problema di contatti elettrici difettosi oppure un errore nella temporizzazione" dice l’ingegnere elettrico

Ad un tratto tutti si girano verso l’ingegnere informatico: "E tu, cosa ne pensi?"

"Ummm – Penso che dovremmo scendere tutti quanti dall’auto e provare a risalire!

Incoerenze

Rutelli dice che

"Chi ha una responsabilità governativa deve ascoltare le voci della piazza e non contribuire a formarle. Credo che i ministri non debbano andare a fare manifestazioni in piazza".

Mi sfugge una cosa, però.
Ma com’è che non ha detto niente ai tre ministri che hanno partecipato alla manifestazione pro-Dico (e contro-Vati) di qualche settimana fa?

E intanto Fioroni, il ministro che aveva annunciato la sua presenza alla manifestazione indetta dal Forum delle Famiglie del 12 maggio, gli risponde che lui ci sarà.